06/02/2013 Conferenza: 'Nuovo potere in Cina. Mandarini rossi e Capital-comunismo'
'Nuovo potere in Cina. Mandarini rossi e Capital-comunismo' : questo il titolo della conferenza tenuta dal giornalista e scrittore  Ferdinando Mezzetti, editorialista di affari internazionali per  Il Resto del Carlino, La Nazione e il Giorno.
Nel tardo pomeriggio di mercoledi 6 febbraio scorso,  il conferenziere, introdotto dal Presidente Agostino Caracciolo e dall'Amb.  Michelangelo Pisani Massamormile,  ha esordito rievocando la sua  lunga esperienza sul campo in quelle che erano negli anni Settanta del secolo scorso l' Unione Sovietica e la Cina comunista. Tracciandone a grandi linee, e sotto tutti gli aspetti,  i profili  differenziali, Mezzetti si è poi dilungato nello sforzo di restituirci  l' odierna identità del pianeta Cina.  Muovendo da una rapida ricognizione del sistema di convivenza, quale esso si configurava nel 1949 al momento dell' irrompere sulla scena politica cinese  di Mao Tse Tung  e cogliendone le tappe evolutive fino  agli attuali assetti, Mezzetti ci ha restituito un sorprendente  ritratto: quello di uno sconfinato Paese in continua ostinata  ricognizione e ricerca di nuovi avanzati equilibri, di convivenza e di crescita, saldamente fondati su programmi e risultati da conseguire.  Lontani  da una cieca fedeltà a presupposti ideologici  -queste le conlusioni-  il popolo cinese e la sua dirigenza si sono al contrario mostrati (e tuttora si mostrano) sempre  pronti  a rimetterli in discussione e sempre pacificamente, anche se questo non vuol dire con debole determinazione.  In un salone gremito, di soci e di loro ospiti, molti gli interventi e tanti gli ammirati commenti.

 

Powered by CuteNews