Mercoledi' 2 Aprile 2014 ore 18,30 L' Europa o Unione Impossibile

Come detto nelle parole adoperate   - dal presidente Agostino Caracciolo di Torchiarolo e da Francesco Amarelli, consigliere delegato alle attivita' culturali -   per introdurre il pomeriggio di ieri, il professor Ernesto Galli della Loggia, editorialista anche del Corriere della Sera, ha  ‘scelto’  la sede del Circolo Nazionale dell’Unione per anticipare, e in qualche modo collaudare, le conclusioni raggiunte alla fine del suo ultimo itinerario di ricerca : quello  avente ad oggetto l’Europa come tutti potranno leggere, tra qualche settimana, nel libro, scritto con Giuliano Amato ed edito da Il Mulino, intitolato ‘L’Europa perduta’.
Ad ascoltare la conferenza il solito pubblico degli appuntamenti immancabili, letteralmente incantato dalla verve oratoria del professore oltre che dalle tesi esposte : su queste non sono mancati dotti, circostanziati interventi da parte di molti dei partecipanti, attratti dalla illustrazione del cammino compiuto dall’autore prima di approdare in mezzo ad una selva di dubbi e di contraddizioni.
Se l’Europa della CECA e del MEC aveva conseguito risultati concreti, quanto ragguardevoli, in favore dei cittadini che  dalla libera circolazione delle merci avevano tratto indubbi vantaggi; se pure, con l’adozione dell’euro (una moneta senza stato : un vero assurdo), qualche semplificazione si era avuta sul piano finanziario; se infine con l’attivita' della Corte di Giustizia si era di fatto pervenuti ad una costituzionalizzazione dei trattati,  oggi, per contro, non si riesce a vedere come si possa approdare ad un’Europa-Nazione. Secondo Galli della Loggia  forte e' infatti la carenza identitaria di questo  soggetto, attesa da un lato la sua incapacita' a determinare il suo territorio, in altre parole ad aver chiari e definiti i suoi confini  ( la Russia, la Turchia, tanto per citare soltanto due grandi Paesi, sono da considerarsi europei ?  )  e dall’altro la mancanza di una lingua comune attraverso il cui uso  potere riconoscersi, i cittadini  europei,  come appartenenti ad uno stesso mondo.

Powered by CuteNews